Cerca
  • Difesa Consumatori e Contribuenti

Cartelle Esattoriali che richiedono Tasse rifiuti e IMU annullate dai nostri consulenti


COMUNICATO STAMPA: Cartelle Esattoriali che richiedono Tasse rifiuti e IMU annullate per migliaia di euro da Difesa Consumatori e Contribuenti, manca la prova dei calcoli e degli atti prodomici. Il Concessionario è tenuto a giustificare i precedenti atti e somme.

Importanti pronunce, in questi mesi, si stanno susseguendo per “Difesa Consumatori e Contribuenti” contro cartelle esattoriali che chiedono pagamenti dei tributi locali come IMU e Tassa Rifiuti. L'ufficio legale dell'associazione dei consumatori, con l'avv. Cristiano Ceriello ed il presidente Dott. Pasquale Di Carluccio, confermano come da mesi ed anche negli ultimi giorni, continuano gli annullamenti delle cartelle esattoriali sui tributi locali. Il Concessionario alla Riscossione come stabiliscono le sentenza ottenute dall'associazione, come la numero 5929/2022 e la numero 7040/2022 della CTP di Napoli, l'Agente della Riscossione è sempre tenuto alla prova della giustificazione e fondatezza degli atti prodomici alla cartella nei giudizi d'impugnazione della cartella di pagamento che ha redatto, anche quando il contribuente ha dedotto motivi non solo alla regolarità o alla validità degli atti esecutivi, ma anche alla fondatezza della pretesa. tra gli altri ricordando come la prescrizione è di cinque anni e non decennale pure in presenza di un avviso di accertamento che in precedenza fosse stato correttamente notificato.

Sono sentenze importanti per i contribuenti, continuano l'avv. Ceriello ed il dott. Di Carluccio, che in questi giorni si stanno vedendo notificare cartelle, intimazioni se non addirittura atti di riscossione per ruoli superiori ai 10 anni.


Ass. “Difesa Consumatori e Contribuenti”

Ufficio Stampa

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti