Cerca
  • Difesa Consumatori e Contribuenti

Attenzione alle Migliaia di Cartelle dalla Prefettura di Roma. Abbiamo ottenuto gli annullamenti

COMUNICATO STAMPA: Attenzione alle Migliaia di Cartelle Esattoriali dalla Prefettura di Roma ai contribuenti. “Difesa Consumatori e Contribuenti” ottiene gli annullamenti e l'Ente è anche condannato alle spese.


In questi mesi migliaia di cartelle esattoriali emesse dalla Prefettura di Roma risultano notificate ai cittadini, anche per alcune migliaia di euro. Molti utenti non capendo il perchè, ed assumendo di non essere stati a Roma, hanno chiesto chiarimenti e stanno scoprendo come si tratta di cartelle emesse dalla Prefettura di Roma perchè per vecchi verbali stradali non risulterebbe la comunicazione dei dati del conducente. Difesa Consumatori e Contribuenti sta avvertendo i contribuenti perchè migliaia sono nulle, prescritte e frutto di verbali mai notificati, se non addirittura anche già pagati o annullati in precedenza. Con le sedi di Roma, conferma l'avv. Cristiano Ceriello responsabile legale dell'associazione, si stanno proponendo diversi ricorsi che non solo stanno annullando le cartelle esattoriali, ma stanno portando l'Ente ad essere anche condannato alle spese di giudizio. Emblematico l'ultimo dispositivo n.ro 20383/2022 del Giudice di Pace Roma di lunedì 31 ottobre 2022, dove la società PE... Srl, difesa dall'avv. Cristiano Ceriello, si è vista notificare una cartella esattoriale di oltre 2.800 euro per 3 verbali della Prefettura di Roma! Con il procedimento R.G. 3668/2022 non solo la cartella ed i verbali sono stati annullati dal Giudice di Pace Dott. Mignucci, ma l'Ente è stato anche condannato alle spese di giudizio.

Le sedi romane di “Difesa Consumatori e Contribuenti”, come riporta il presidente dell'associazione dei consumatori, dott. Pasquale Di Carluccio, già da tempo si stanno attrezzando per gestire i ricorsi contro la Prefettura di Roma, ma bisogna stare attenti, spesso i contribuenti sono confusi dal pagamento della cartella che si può effettuare in 60 giorni. I termini per proporre ricorso, invece, sono in modo perentorio solo 30 giorni, da proporre per competenza presso il Giudice di Pace di Roma. Attenti quindi alle cartelle della Prefettura di Roma ed ai tempi ristretti per far valere i propri diritti, ne va delle nostre tasche, alcune volte per migliaia di euro non dovuti.


Ass. “Difesa Consumatori e Contribuenti”

Ufficio Stampa


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti